Ha avuto luogo ieri pomeriggio, presso l’Auditorium comunale del Polo Culturale Cappuccini di Sala Consilina, la consegna da parte del Lions Club Sala Consilina – Vallo di Diano della “Valigia di Caterina” ad una donna vittima di violenza, segnalata dai servizi sociali del Comune ed ospite del centro d’accoglienza “Una casa per la vita”, con all’interno una somma di denaro e tutto ciò di cui ha bisogno per riprendere in mano la propria vita insieme ai figli.

I saluti iniziali sono stati affidati al presidente del Club Giuseppe Paglia e al primo cittadino di Sala Consilina Francesco Cavallone. Il presidente ha sottolineato l’attenzione dei soci verso questa tematica, il service e anche la grande collaborazione che c’è stata tra i Lions e l’Amministrazione comunale per individuare la destinataria.

Mi fa piacere sia presente la persona beneficiaria, vuol dire che la cosa è sentita ed è andata a buon fine – commenta il Presidente della VII Circoscrizione Enrico BellelliQuesta attività ha trovato il suo obiettivo e si è realizzato nel tempo. È questo che noi vogliamo vedere sul territorio: realizzare al meglio tutte le attività a beneficio delle popolazioni. Noi siamo sul territorio per servire la cittadinanza. Mi piace molto apprendere che c’è una sinergia tra l’Amministrazione comunale e il Club”.

L’avvocato Rosy Pepe, Specialist Distrettuale Violenza di genere, ha spiegato in cosa consiste questo service. “La Valigia di Caterina” è ispirata all’avvocato Caterina Evangelisti Fronzaroli deceduta nel 2015 e che ha speso la maggior parte della sua vita nella difesa e tutela delle donne, delle persone deboli e dei minori. La valigia per prima cosa offre un supporto alle donne vittime di violenza che intendono abbandonare il partner e intraprendere un viaggio verso una nuova vita. La valigia viene divisa in quattro scomparti: il primo prevede accessori per la casa come la copertura di qualche mese di affitto o le spese delle utenze domestiche, poi ci sono gli accessori per il lavoro nel senso che le donne faranno dei percorsi formativi come tirocini o supporti per l’avvio di Start Up. Ci sono anche accessori per la salute perché le donne che sono vittime di violenza trascurano sè stesse, i figli e vivono in uno stato di angoscia quindi viene assicurato a chi vive in uno stato di marginalità di continuare a prendersi cura di sé. Infine accessori per il benessere dei figli, vale a dire tutto ciò che può essere necessario ai bambini come l’ausilio di una babysitter o il corredo scolastico.

Bisogna parlare di violenza di genere sempre ma è giusto si concretizzi in qualcosa – dichiara -.  Motivo di soddisfazione è stato quello di consegnare valigie alle donne che ne avevano necessità. E’ un risultato a dir poco eccellente. Comprendiamo le necessità delle persone e il nostro intento è quello di servire la comunità. Non voglio parlare di violenza di genere, questa vuole essere una celebrazione della vittoria cioè l’aver intrapreso un viaggio verso una strada diversa”.

È intervenuta anche la psicologa Angela Mastrolorenzo che ha accompagnato la ragazza e ha fornito una sua testimonianza sulla sua esperienza quotidiana. “Finalmente oggi riusciamo a vedere un lavoro di rete che effettivamente viene svolto – spiega –  Accogliamo queste donne che arrivano da noi distrutte e le aiutiamo ad elaborare la sofferenza vissuta. Sono sempre a loro disposizione perché spesso hanno bisogno di sfogarsi, di parlare e di ricevere un aiuto umano. Vedere queste persone che si riprendono, cominciano ad amare la vita e riacquistare fiducia nel prossimo è una grande soddisfazione”.

Con questo service tutti i Lions si devono sentire orgogliosi perché ci siamo messi in gioco e abbiamo fatto qualcosa di eccezionale – commenta il Vicegovernatore eletto Pasquale BruscinoQuando un’istituzione e un’associazione di volontariato si uniscono fanno cose eccezionali. Questa bassa provincia di Salerno ha dato il meglio di sé. Il mio aiuto sarà sempre vicino alle cose belle che fate. Dobbiamo creare un’opportunità nei nostri centri: dobbiamo trovare le soluzioni, diamo futuro e credibilità a queste persone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*