Veronica, ma grazie! La solidarietà è merce preziosissima. Grazie a Lei ed alla comunità intera di Bella”. Sono queste le parole di Liliana Segre, senatrice a vita e superstite dell’Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana, che ha scritto in una mail indirizzata a Veronica Turiello, capogruppo di “Civico 28” in Consiglio comunale a Bella.

Proprio su proposta del gruppo capeggiato dalla Turiello, il Consiglio comunale di Bella, nell’ultima seduta, ha votato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Segre.

Il messaggio della senatrice Segre – ha dichiarato Veronica Turiello – ci riempie di gioia e di commozione, e non necessita di altro. Alla senatrice avevamo detto ‘al suo cuore di cittadina del mondo dica che adesso è anche cittadina bellese’ e abbiamo ricevuto questa sua bellissima risposta”.

La proposta di Civico 28, avanzata ed approvata nel Consiglio comunale del 29 novembre scorso, è stata una scelta culturale, come lo sono le iniziative connesse alla necessità di conservare memoria che il gruppo ha in mente di sviluppare. Infatti, l’iniziativa della cittadinanza onoraria a Liliana Segre è solo la prima di una più ampia progettualità sul tema. C’è anche un progetto per riportare le biografie delle diverse famiglie ebree bellesi nella narrazione della memoria storica della comunità.

Quando gli intenti riescono a muoversi verso temi e valori così alti – ha concluso Turiello – si respira quel sentimento unico che tocca tutti”.

Dopo il conferimento in Consiglio comunale e la risposta da parte di Liliana Segre, restano solo da organizzare giorno e modalità per la cerimonia dedicata alla senatrice.

– Claudio Buono –


  • Articolo correlato:

1/12/2019 – Il Consiglio comunale di Bella vota all’unanimità per conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*