Il Comitato Pro-Tribunale di Sala Consilina continua a discutere della soppressione del presidio di giustizia valdianese e lo fa indirizzando al sindaco Francesco Cavallone e agli amministratori del comune capofila una lunga lettera piena di “Perchè?“.

“Perchè, pur rappresentando appena il 20% dell’elettorato salese, continuate a non tenere conto della volontà di tanti cittadini di Sala Consilina, del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro, che ancora ritengono possibile la riapertura del Tribunale di Sala Consilina, specialmente dopo la confortante disponibilità dichiarata dal Ministro di Giustizia?” è l’incipit della missiva, che continua con una serie di interrogativi. “Perchè, mentre noi continuiamo a lottare per questo obiettivo, voi, in Consiglio Comunale, decidete, in gran fretta ed incuranti di ogni protesta, di destinare i locali del Palazzo di Giustizia a sede del Distretto Sanitario?” e ancora “Perchè dovrebbe essere credibile un Sindaco che un giorno chiede al Ministro di riaprire il Tribunale, raccogliendo le firme di tutti i Sindaci, e il giorno dopo destina i relativi locali al Distretto sanitario?”.

Il Comitato Pro-Tribunale, nella lettera, evidenzia in più punti la scelta dell’Amministrazione di trasferire gli uffici del Distretto Sanitario nella struttura che ospitava l’ormai ex Tribunale:”Perchè si è voluto destinare il Palazzo di Giustizia agli uffici del Distretto, quando un’attenta razionalizzazione degli spazi esistenti avrebbe dato risposta positiva e sufficiente alle esigenze dell’ASL (accorpamento degli uffici comunali e delle stanze degli assessori tra il vecchio e il nuovo   senza toccare il Tribunale)?”

“Perchè continuare a comportarvi con la stessa superficialità, arroganza, presunzione ed approssimazione, che nel passato hanno portato colpevolmente alla soppressione del Tribunale?” è l’interrogativo finale che il Comitato pone agli amministratori di Sala Consilina e aggiunge:”Nonostante voi e le vostre assurde, inutili e dannose decisioni, noi continueremo a lottare e a sperare per la riapertura del nostro Tribunale e per le buoni sorti della nostra Città”.

– redazione – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*