Il Comitato “No al petrolio nel Vallo di Diano” ricorda il professor Franco Ortolani, scomparso nella notte scorsa dopo aver lottato contro una grave malattia.

Era il 2012 e un volenteroso gruppo di giovani valdianesi scopriva che la minaccia delle perforazioni petrolifere stava per raggiungere il Vallo di Diano – ricordano i membri del comitato –. In poche affilate riunioni nasce il Comitato ‘No al petrolio nel Vallo di Diano’. Cosa fare? Come agire? Inesperti ma cocciuti abbiamo con rispetto e stima interpellato il prof. Ortolani. Sapevamo che già dagli anni ‘90 aveva aiutato il territorio a sventare il primissimo attacco della Texaco”.

Il suo numero di cellulare è divenuto familiare – commentano Tiziana, Ivan, Erminia, Francesco e tutto il comitato -. Le sue risposte immediate, i suoi consigli fondamentali. E da professore è diventato Franco. Pronto ad inviarci relazioni allo scadere dei tempi utili per inviare le osservazioni. Il suo sogno, la sua visione ultima, era quello di istituire il Santuario dell’acqua dei Monti della Maddalena. A noi laici questo nome Santuario è piaciuto perché dentro portava i valori e la sacralità dell’acqua. Caro prof., ci proveremo a farlo diventare realtà. Grazie per l’amore che hai avuto per la nostra terra. Ci mancherai moltissimo”.

– Paola Federico –


  • Articolo correlato

23/11/2019 – E’ morto il senatore Franco Ortolani.Note le sue battaglie ambientaliste per il Vallo di Diano e Cilento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*