Abbiamo bisogno di più Europa, di continuare insieme una grande storia di libertà e giustizia, di condividere un destino comune di pace, progresso e di solidarietà“.

Per questo, anche le Acli provinciali di Salerno aderiscono all’appello di Romano Prodi affinché, il 21 marzo, le bandiere europee sventolino accanto a quelle italiane per ribadire un messaggio: “l’Europa è la nostra casa comune“.

Chiederemo ai nostri circoli, ai dirigenti ed amici, a tutte le donne e uomini liberi e forti della provincia – afferma il Presidente provinciale delle ACLI, Gianluca Mastrovito di esporre e sventolare le bandiere dell’Europa, che abbiamo contribuito a costruire a partire da valori costitutivi della nostra identità repubblicana; pace, solidarietà, democrazia, diritti.

Un gesto simbolico per rilanciare il senso di una storia importante, attraversata dalle strade della cultura, della spiritualità e degli scambi commerciali; un monito che vuole essere anche una presa di posizione forte “contro nazionalismi populisti ed esasperati che rischiano di disgregare una realtà che in oltre settant’anni ha creato pace, sicurezza e sviluppo per centinaia di milioni di persone“.

A Salerno – continua Mastrovito – abbiamo scelto di far sventolare le bandiere europee davanti al Campus universitario, luogo del sapere e delle conoscenze, abitato dai giovani, dalla generazione Erasmus che non ha conosciuto la crudeltà dei conflitti mondiali ma ha ben chiara la bellezza e l’utilità di uno spazio comune di relazioni, opportunità, libera circolazione, contaminazione delle diversità. Siamo convinti che c’è bisogno di Europa e c’è bisogno di slanci culturali importanti“.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*