Venerdì 2 luglio la comunità di Sanza ricorderà gli accadimenti della Spedizione di Carlo Pisacane ed i suoi trecento “giovani e forti”. La fine del sogno rivoluzionario di Carlo Pisacane e il significato della libertà saranno al centro del momento commemorativo voluto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Vittorio Esposito.

Verrà deposta una corona d’alloro e ci sarà un momento di riflessione alla presenza delle autorità militari, civili e religiose della comunità proposto dal consigliere comunale Antonio Citera con le note del silenzio intonate dal suono di una tromba.

L’appuntamento è alle 9.00 presso il Cippo di Pisacane, lungo la Statale 517, in località Vallone dei Diavoli, dove la mattina del 2 luglio 1857 avvenne lo scontro tra coloro che scamparono all’eccidio di Padula e le guardie urbane. Anche quest’anno, come da tradizione, si ricorderà con commozione quel che avvenne 164 anni fa.

La comunità è invitata a partecipare, ricordando la necessità del rispetto delle norme anti-Covid, a partire dall’uso della mascherina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*