“I saldi estivi in Basilicata vanno rinviati al 30 settembre con la possibilità comunque di vendita promozionale nei 30 giorni antecedenti”.

E’ la richiesta che Confcommercio Potenza ha fatto alla Regione Basilicata.

A motivare il rinvio è “un’indagine tra gli associati soprattutto del settore Federmoda dove sono emerse criticità sullo smaltimento dei magazzini”.

I problemi emersi nella pandemia e l’andamento delle vendite nazionali nei negozi di moda ovvero tessile, abbigliamento, calzature, pelletterie, accessori, articoli sportivi hanno registrato nel 2020 un calo medio del 43,4%  mentre il 78,9% dei negozi ha dichiarato di aver subìto una diminuzione delle vendite rispetto allo stesso periodo del 2019.

“Nel Potentino – evidenzia l’organizzazione – pesano anche i debiti nei confronti dell’erario, locazioni e fornitori. Il lungo stop a cerimonie e altre feste ha poi complicato gli investimenti, in parte recuperati solo a lungo raggio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*