Una prestigiosa vetrina è quella offerta nei giorni scorsi all’ospedale “Luigi Curto” di Polla nel corso del XXII Congresso Nazionale della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pedriatica a Milano. Il dottore Salvatore Guercio Nuzio, pediatra endocrinologo in servizio al “Curto”, ha avuto modo di discutere riguardo due casi clinici particolari che riguardavano piccole pazienti del Vallo di Diano.

I due casi sono stati giudicati di interesse nazionale scientifico dalla Segreteria SIEDP permettendo al dottore Guercio Nuzio di discuterne alla presenza di luminari provenienti da tutta Italia.

Nello specifico, un caso riguardava una bambina con una grossa cisti ovarica che aveva coperto la parte pelvica. Dopo le attente cure del caso la paziente è stata trasferita a Napoli per un intervento chirurgico che si è concluso brillantemente. Il secondo caso ha riguardato invece una neonata affetta dal Morbo di Graves. La piccola, dopo un’iniziale titubanza sul farla nascere in ospedali più attrezzati, è venuta al mondo a Polla dove è stata sottoposta ad un follow up delicato a causa di un rischio di ipertiroidismo molto severo. La malattia se non adeguatamente trattata avrebbe comportato, tra gli altri, notevoli rischi a livello cardiaco.

Due casi gestiti egregiamente dall’équipe di Pediatria e dal dottore Guercio Nuzio che hanno evitato così con professionalità che le situazioni venissero gestite in altre strutture ospedaliere maggiormente all’avanguardia. Una particolare menzione è giunta da Milano soprattutto per aver gestito le pazienti secondo le più recenti linee guida internazionali.

Per me è un onore – le parole del dottore Guercio Nuzio – mi fa andare avanti con grinta. Sono contento di aver contribuito a livello umano e scientifico a questi casi“.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*