L’ASL di Salerno, con fondi del proprio bilancio e della Regione Campania, ha realizzato presso il presidio ospedaliero di Sant’Arsenio un moderno polo assistenziale con 10 posti letto, che tecnicamente si definisce “della doppia diagnosi”.

Tale struttura, prima in Campania e tra le poche in Italia, curerà le forme gravi di dipendenza, con particolare riferimento alle patologie avanzate derivanti da alcolismo e gioco d’azzardo.

Più in generale, anche attraverso il sostegno della Strategia delle Aree Interne e grazie al corposo investimento dell’ASL Salerno di circa 6 milioni di euro, l’intero nosocomio verrà reso conforme ed adeguato a tutta la normativa in materia di efficientamento, antinfortunistica e messa in sicurezza.

In sintesi, si avrà una cosiddetta Struttura Polifunzionale della Salute (SPS) cioè un “ospedale territoriale” destinato all’utenza esterna di competenza distrettuale e che, nel tempo, favorirà il decongestionamento dell’ospedale di Polla e la riduzione dei tempi di attesa.

Presso il presidio ospedaliero di Sant’Arsenio sono già attivi i seguenti servizi: 118 emergenza, SERT, Fisioterapia ambulatoriale, Anatomia patologica, Laboratorio di analisi, Radiologia, Hospice, Dipartimento di Prevenzione, Uffici Igiene e Sanità pubblica, Ospedale di comunità, SIR, RSA, Centro diurno psichiatrico, Esordi per disagio giovanile, Consultorio familiare e Unità complessa cure primarie (UCCP) con tutti gli ambulatori specialistici territoriali.

Insomma, un vero e proprio presidio di salute per un’utenza molto vasta che appartiene anche alle aree limitrofe della Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.