Ho deciso di scrivere questa lettera aperta dopo aver assistito l’altro giorno, a Sassano, ad un bel momento di politica”.

A scriverlo, all’indomani dell’incontro “Agorà – La Piazza delle idee” tenutosi a Sassano, è Giuseppe Vitolo, coordinatore della Lega – Vallo di Diano, Tanagro e Alburni.

“E’ stata una discussione di politica vera – scrive Vitolo – dove si sono toccati tanti temi importanti. A Sassano dei ragazzi hanno dimostrato cosa è l’essenza della democrazia, in un confronto duro, leale, rispettoso e pieno di contenuti. Mi chiedo: perchè non partire da questo? A pochi mesi dalle prossime elezioni credo sia giusto e doveroso che anche i cosiddetti “senior” si confrontino sulla strategia per far ripartire il nostro territorio. Credo che sia un passo dovuto per il nostro territorio e per la nostra gente”.

Allora – conclude Vitolo – faccio un appello a tutte le forze politiche del Vallo di Diano per un confronto pubblico, in qualsiasi luogo e con qualsiasi moderatore. Io come rappresentante della Lega sono pronto a discutere di immigrazione, tasse, sviluppo, progetti per il nostro territorio,  ospedale di Polla, tribunale, carcere e tanto altro ancora”.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

28/12/2017 – “Agorà, la piazza delle idee”.A Sassano confronto tematico tra giovani attivisti politici del territorio

 

3 Commenti

  1. Salvini diffonde odio e veleno. Prima contro napoli ed ora contro gli immigrati. Si vadano a leggere “carnefici” i seguaci di Salvini per capire come Cavour ed i Savoia hanno rapinato le risorse del sud. Oppure leggano gramsci. E poi possono confrontarsi

  2. Eccone un altro! L’autoreferenzialità portata alla sfida ne fa già un elemento di spicco nel partito degli eredi del Senatùr e dei 48milioni rubati da Bossi e Belsito. A costui vorrei ricordare qualche bella espressione salviniana e leghista: “Senti che puzza scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani”; “Sono troppo distanti dalla nostra impostazione culturale, dallo stile di vita e dalla mentalità del Nord. Non abbiamo nessuna cosa in comune. Siamo lontani anni luce”; “Una sciura sicialiana grida e dice “vogliamo l’indipendenza, stiamo stanchi degli attacchi del Nord”. Evvaiiiiiiii”; “Carta igienica al Sud, che devono ancora capire a cosa serve”; “Forza Etna, Forza Vesuvio, Forza Marsili!!!”; “Ho letto sul Sole 24 Ore che, ancora una volta, verranno aiutati i giovani del Mezzogiorno. Ci siamo rotti i coglioni dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a fanculo i giovani del Mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cazzo dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l’hanno proprio dentro il culto di non fare un cazzo dalla mattina alla sera, mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira un po’ il culo”; “Bloccare l’esodo degli insegnanti precari meridionali al Nord”; “Chi scappa non merita di stare qui, lo considero un fannullone. E non è un caso che siano AFRICANI o MERIDIONALI ad andarsene, gente senza cultura del lavoro”; “E’ proprio per questo che invito ad assumere trevigiani: i meridionali vengono qua come sanguisughe; storica “perla” salviniana: “Carrozze metro solo per milanesi”. E non finisce qui! Di che parliamo sig. Coordinatore?

  3. Vuoi imparare i compitini a casa per confrontarvi tra di voi? La gente non rappresenta più niente oramai, si credono da talk show senza poi poter garantire niente di niente a questo territorio. Stare tra la gente, parlare, ASCOLTARE, ma Noi con Salvini lo fa solo quando conviene a loro. Secondo me manchi solo tu a parla’ di carcere e tribunale senza potere poi fare nulla di serio politicament, questo scempio è già stato giocato in passato, siete già vecchi in partenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano