Ricoverato in ospedale per una insufficienza renale, negativo al Covid-19, dopo 20 giorni è risultato positivo ed è deceduto la scorsa notte a causa delle complicazioni causate dal virus. E’ la triste storia di un 76enne di Vietri di Potenza, prima vittima con Covid in paese.

L’uomo ha fatto ingresso all’ospedale “San Carlo” di Potenza il 27 ottobre scorso, ricoverato a causa di un’insufficienza renale e per altre patologie. A seguito del tampone pre-ricovero, è risultato negativo al Covid-19, tanto da essere ricoverato in un reparto ordinario. Successivamente, però, gli è stato praticato un altro tampone venti giorni dopo il suo ricovero, a quanto pare a seguito della ricostruzione di una catena di contatti per un caso di positività all’interno dell’ospedale.

Della positività dell’uomo si è avuta notizia lo scorso 19 novembre, quando è stato poi trasferito in uno dei reparti Covid del nosocomio del capoluogo lucano. La famiglia aveva avuto notizia del contagio proprio dall’ospedale, dove resero noto il fatto che il 76enne aveva contratto il virus probabilmente nel reparto di Geriatria. L’uomo, infatti, è stato prima in Pronto Soccorso, poi il trasferimento nel reparto di Chirurgia d’urgenza, poi in Geriatria ed infine in Pneumologia.

Il 76enne è morto a causa di una polmonite bilaterale da Covid-19. La salma dell’uomo, persona molto conosciuta e stimata in paese, giungerà in paese in tarda mattinata direttamente al cimitero, dove si svolgerà una benedizione strettamente privata. Per quanto riguarda i casi di contagio a Vietri, gli attuali positivi sono 6 (alcuni verso la guarigione), oltre a 4 persone già guarite ed una persona residente ma domiciliata ed in isolamento a Tito.

– Claudio Buono –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*