Il gesto amorevole di una figlia che grida al mondo la tragedia di una famiglia distrutta. Dopo la commovente lettera in cui ha scelto di mettere nero su bianco i suoi sentimenti verso il papà raccontando la sua storia, la figlia dell’imprenditore di Sala Consilina Michele D’Aloia, nel corso della trasmissione Matrix, andata in onda ieri su Canale 5 e condotta da Luca Telese, è andata diritta al cuore del problema: “Se mio padre non avesse amato tanto la sua terra, se avesse deciso di andare via, ora non saremmo qui a parlare di lui – ha detto – Purtroppo, ora, la nostra azienda non avrà più un  futuro. Era lui il nostro futuro. Abbiamo perso una battaglia che dovevamo fare insieme ed invece, ora, di nostro padre rimangono soltanto i telegrammi e le lettere di condoglianze.”

Un intervento, quello di Giulia D’Aloia, contrassegnato da una forte carica umana, che lascia trasparire tuto il suo amore per il padre che ora non c’è più. E quando le è stato chiesto quale messaggio si sentiva di dare a persone che vivono, in questo momento, il dramma della crisi, Giulia ha riposto: “L’unica soluzione da cui non si può tornare indietro è la morte.  Se c’è bisogno cambiate aria. Ci sono mille soluzioni. L’unica cosa che non bisogna mai fare, però, né per se stessi e né per gli altri che rimangono, è arrendersi”.

– redazione –

  • Guarda il video

 

 Articolo correlato

16/11/2014 – Sala Consilina: La figlia di Michele D’Aloia:”Papà si è tolto la vita perchè non aveva più fiducia nel futuro”

 

Commenti chiusi