Una grande festa ieri per la Basilicata e in particolare per il Potentino che ha ospitato la settima tappa del Giro d’Italia. Proprio in terra lucana è stata registrata una scena molto emozionante.

Un ciclista tedesco si è fermato lungo la strada a Marsicovetere ha raggiunto un vicino terreno ed è sceso dalla bici per abbracciare nonni e parenti che sono del posto. Una scena che è sfuggita ai tanti corridori ma non alle centinaia di persone presenti lungo il tratto che hanno applaudito.

Protagonista è Nico Denz, ciclista su strada tedesco che corre per il Team DSM, professionista da agosto 2015, ha 28 anni ed è nato a Waldahut-Tiengen. In un tratto ha notato i nonni di Marsicovetere e alcuni parenti reggere la bandiera tedesca, li ha riconosciuti, si è fermato qualche istante, li ha abbracciati e poi di corsa ha ripreso la sua marcia.

Una giornata emozionante per i suoi parenti e in particolare per Nico Denz, molto legato ai nonni e ai parenti. Questo per Denz è il quinto Giro d’Italia consecutivo: ha iniziato nel 2018, classificandosi 62esimo, poi nel 2019 124esimo, nel 2020 83esimo e lo scorso anno 102esimo. Quest’anno, dopo la settima tappa, occupa il 162esimo posto della classifica generale. Ieri, lo ricordiamo, la tappa Diamante-Potenza di 196 chilometri che ha toccato anche i territori di Lauria, Trecchina, Sarconi, Grumento Nova, Viggiano, Marsicovetere, Calvello, Abriola, Pignola e Potenza.

La vittoria di tappa, con l’arrivo nei pressi della Regione Basilicata, è andata all’olandese Koen Bouwman (Jumbo-Visma), che con uno scatto decisivo ha avuto la meglio su Mollema, Formolo e Dumoulin. Quella di ieri è stata una tappa molto impegnativa, dove per la prima volta i corridori si sono ritrovati a dover scalare quattro gran premi della montagna, tra i quali quelli di Monte Sirino e della Montagna Grande di Viggiano. Il Giro d’Italia è tornato ieri in Val d’Agri dopo otto anni. Un ritorno dalle grandi emozioni con la splendida scena che ha visto protagonista Nico Denz sul percorso dello spettacolare scenario naturalistico del Monte Vulturino, il località Tuppo delle Seti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.