Un giovane che costruisce il suo futuro professionale seguendo le orme di famiglia e, in particolare, quelle del nonno e del papà rappresenta un segnale di speranza e di positività per gli anni a venire. E’ la storia di Gaetano Pinto, figlio del noto Maestro Pino Pinto e nipote del Maestro Tamy, entrambi simbolo dell’arte musicale e dell’intrattenimento nel Vallo di Diano e non solo.

Gaetano, ancora giovanissimo, ha scelto di seguire il papà Pino e già da tempo fa parte della Band che porta il marchio di famiglia. Lui, infatti, anima diversi eventi, soprattutto organizzati da giovani, e da poche ore si è laureato in Arti e scienze dello spettacolo all’Università La Sapienza di Roma. Ovviamente la discussione della tesi si è svolta online, come richiede l’attuale emergenza sanitaria, ma circondato dall’affetto di papà Pino, di mamma Barbara e dell’affezionata sorella Erika.

Tanta l’emozione in casa Pinto, una casa di artisti della musica e dello spettacolo che, giorno dopo giorno, aggiungono un tassello in più alla loro professione. Sia Gaetano che Erika, infatti, cantano insieme al padre e spesso la stessa Barbara è stata presentatrice d’eccezione di numerosi spettacoli musicali.










Un momento importante per loro che, come tutti i professionisti della musica e degli spettacoli dal vivo, hanno subito il peso delle restrizioni dovute al Covid e da tempo non possono assaporare e godersi il calore del pubblico e dei tanti amici che li ingaggiano per le proprie cerimonie.

Dedico questo momento di vittoria alla musica, mia indelebile compagna, che oggi mi dimostra quanto sia importante non solo per me, ma anche per la mia famiglia. Alla musica, alla mia famiglia, a tutto ciò che abbiamo costruito finora. Ho sempre provato un pizzico di invidia per quei papà che festeggiano la laurea dei propri figli pensando ‘Chi lo sa se riuscirò ad avere lo stesso onore dai miei’ – afferma il Maestro Pino Pinto, emozionato per il traguardo raggiunto da Gaetano – Vederlo discutere la tesi, sentire i complimenti ricevuti dal professore e poi ascoltare i vari ringraziamenti mi ha reso fiero ed orgoglioso di mio figlio, che è parte di me. Mi sono commosso quando ho visto papà e mamma, figure importanti e fondamentali per me, connessi in diretta dal cellulare, perché purtroppo questo maledetto Covid ci ha privato della soddisfazione di poter assistere in sede la discussione e l’emozionante proclamazione a dottore dell’Università La Sapienza di Roma. Mi sono commosso all’infinito, però in questo periodo deve andare così. Grazie a mia moglie e mia figlia che, all’unisono, hanno accompagnato questo cammino e auguri, figlio mio, per il primo traguardo importante della tua, ma anche della nostra vita“.

A Gaetano e a tutti i suoi cari le congratulazioni da parte della redazione di Ondanews, con l’augurio che presto tutta la Band ritorni ad animare gli eventi del territorio.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Auguri…

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*