Ore di apprensione a San Rufo dove da ieri sera non si hanno più notizie di un minore straniero non accompagnato ospitato nella struttura del piccolo paese montano.

Il ragazzo, con problemi mentali dovuti, probabilmente, al trauma subìto a causa della perdita della madre e della sorella, era stato visitato da uno psichiatra il quale gli aveva prescritto delle medicine ma il ragazzo non seguiva la terapia.

Il minore, all’arrivo dei sanitari del 118, in preda al panico si è dileguato.

Immediate le ricerche da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, del sindaco Michele Marmo e dei cittadini.

L’ultimo avvistamento risale a oggi pomeriggio: il giovane si trovava nel giardino di un’abitazione di una famiglia che lo ospita spesso la domenica a pranzo. Appena scattato l’allarme, il minore si è allontanato nuovamente facendo perdere le sue tracce.

I volontari della Protezione Civile Vallo di Diano e di FATA Onlus di San Pietro al Tanagro hanno avviato le ricerche in maniera capillare per cercare di ritrovare il giovane in balia delle basse temperature.

– Claudia Monaco – 

2 Commenti

  1. Ma con l’arrivo di questi immigrati accade anche questo adesso in italia? Cioè che uno si rifiuta ad un trattamento obbligatorio? Mmah! Molto probabilmente sono io che non conosco il significato del termine ”obbligatorio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.