Giornata storica per la città di Sapri. Oggi, con la sottoscrizione del verbale di consegna degli atti, la Regione Campania ha ceduto al Comune con decorrenza dal 1° gennaio 2022 l’esercizio delle proprie funzioni amministrative sulla gestione del Porto di Sapri.

Ad annunciarlo è il sindaco Antonio Gentile che ringrazia il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e il consigliere regionale Luca Cascone “che hanno fortemente voluto il provvedimento, insieme ai dirigenti della Direzione Mobilità, al Consiglio regionale e a tutta la struttura tecnica che in questi anni hanno lavorato per devolvere le competenze portuali ai Comuni“.

La gestione del Porto nella Città della Spigolatrice, dunque, dal nuovo anno sarà una competenza del Comune. “Finalmente il Porto di Sapri è dei sapresi” esulta il primo cittadino.

Anche le competenze per la gestione dell’area portuale di Agropoli passano dalla Regione al Comune. È stato sottoscritto l’accordo che ha dato seguito ad un emendamento approvato nei mesi scorsi dal Consiglio regionale. Quest’ultimo prevedeva che le funzioni amministrative relative ai porti di rilevanza regionale e interregionale venissero trasferite ai Comuni. “Dopo un lunghissimo periodo in cui il Porto è stato di competenza della Regione Campana, oggi le funzioni passano al Comune di Agropoli” commenta il sindaco Adamo Coppola.

“Una novità importantissima che arriva anche in concomitanza con l’ormai prossima scadenza delle concessioni demaniali. È una grandissima occasione per riorganizzare il Porto e rilanciarlo – prosegue il primo cittadino – Starà all’Ente scegliere il percorso più virtuoso possibile, per far sì che questa infrastruttura diventi definitivamente una risorsa per l’intera comunità“.

“Per noi si tratta di una sfida rilevante, con un quadro normativo ancora non chiaro – spiega invece il consigliere delegato al Porto, Giuseppe Di Filippo – Confidiamo presto in un chiarimento statale e intanto stiamo giù predisponendo i primi atti propedeutici alla gestione del Porto, una novità straordinaria che darà certamente slancio a questa infrastruttura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano