Sono stati smantellati ricoveri abusivi nella pineta della Cala del Cefalo e sono state raccolte diverse tipologie di rifiuti, anche interrati, tra l’area dunale di fronte alla grotta Caprara del Ciclope e la battigia. E’ un po’ questo il bilancio della prima giornata ecologica che si è tenuta questa mattina a Marina di Camerota e che si ripeterà domani, con appuntamento alle ore 8.00 presso il porto turistico. La due giorni è stata fortemente voluta dall’associazione trekking Cammino Cilento e da Franco Pecoraro. L’Amministrazione comunale di Camerota ha accolto subito la proposta e in collaborazione con la Sarim si è mossa subito per mettere a disposizione le braccia degli amministratori e tutto il materiale utile per la raccolta dei rifiuti.

Alla giornata hanno preso parte tante associazioni, i bambini del catechismo e cittadini volontari. Il sindaco Mario Salvatore Scarpitta e la delegata all’Ambiente Maria Teresa Reda rinnovano l’invito a prendere parte alla seconda giornata che si terrà domani mattina.

E’ bello vedere quante persone amano il proprio paese e si avverte in modo forte il risveglio della coscienza dei nostri concittadini che questa mattina si sono ritrovati sul porto di Marina di Camerota per dare il via ad un’operazione massiccia di pulizia di alcune aree sensibili del nostro territorio – ha detto il primo cittadino -. Nei prossimi giorni ci saranno grandi novità che interesseranno l’area della Cala del Cefalo. Intanto ringrazio l’associazione Cammino Cilento, gli operai della Sarim e quanti di loro si sono prodigati per far sì che questo segnale possa arrivare a tutti. Domani mi aspetto una partecipazione ancora più importante“.

Le associazioni, i bambini e i cittadini. Vederli lavorare insieme è stato davvero magnifico – aggiunge Maria Teresa Reda -. Spero che salvaguardare il nostro bellissimo territorio diventi una sfida e un’abitudine un po’ per tutti a Camerota. Mi accodo ai ringraziamenti del sindaco e rinnovo anche io l’invito a domani mattina“.

– Paola Federico –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*