Oggi è la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita il 17 dicembre del 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e rappresenta simbolicamente un momento per informare e sensibilizzare su questo grave problema che colpisce le donne di tutti i Paesi del mondo.

Semplici cittadini, professionisti del settore e rappresentanti delle istituzioni scendono in campo ogni giorno per liberare le donne da ogni forma di violenza e per sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante tema.

Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno, evidenzia l’importanza culturale di annullare la violenza contro le donne nel rispetto di pari diritti umani e civili e quindi dell’autodeterminazione femminile, la tutela della sicurezza e della serenità di tutte le donne.

L’Italia non è un Paese per donne – dichiara il Presidente Strianese – Secondo gli ultimi dati del Rapporto Eures 2019, nei primi dieci mesi del 2019 sono state uccise 94 donne, quasi una ogni tre giorni. Purtroppo la violenza di genere in Italia è in crescita, non solo femminicidi, ma aumentano in maniera preoccupante stalking, violenze sessuali, abusi, maltrattamenti, reati molto spesso commessi in ambito familiare, affettivo o all’interno di una relazione di coppia. Dunque è necessaria una rivoluzione culturale che promuova in ogni ambito relazioni non discriminatorie e rispetto delle differenze di genere”.

– Rosanna Raimondo –

Giornata contro la violenza sulle donne. Il Presidente della Provincia Strianese: “E' necessaria una rivoluzione culturale”

Giornata contro la violenza sulle donne. Il Presidente della Provincia Strianese: “E' necessaria una rivoluzione culturale”

Pubblicato da Ondanews.it su Domenica 24 novembre 2019

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*