Qualcuno fa notare che Alan Rickman è arrivato a Giffoni il 23 luglio, giorno del compleanno di Daniel Racliffe, l’attore 25enne che ha prestato il volto al protagonista della trasposizione cinematografica del fenomeno letterario di Harry Potter. Una coincidenza, che in qualche modo palesa quanto l’attore sia conosciutissimo da teen e tweenager di tutto il mondo per il ruolo di Severus Piton nella saga del maghetto creato da J. K. Rowling.

Svestiti i panni del professore di pozioni e difesa contro le arti oscure di Hogwarts, Rickman ha incontrato fan e giurati del Giffoni Film Festival in due momenti, chiacchierando amabilmente della sua carriera e dando consigli ai presenti: “In un mondo dove i giovani sono sempre con la testa abbassata sui telefonini, sempre ingabbiati nei giudizi continui dei social network, sempre sotto pressione, – ha dichiarato durante l’incontro del pomeriggio – festival come questo di Giffoni sono importanti, perché portano i ragazzi a vivere insieme e ridanno loro il senso del potere che posseggono”.

L’attore sarà nelle sale italiane a fine agosto con Una Promessa, presentato fuori concorso alla 70esima Mostra Internazionale di Venezia; a settembre sarà al Toronto Film Festival con A Little Chaos, sua seconda opera da regista in cui interpreta Luigi XIV, il Re Sole. “Sono molto impegnato nel fare training ai giovani attori. Dico loro di non pensare alla recitazione, di seguire il flusso e leggere molto”. Impossibile non far riferimento a Harry Potter, che torna spesso tra le domande dei giurati: “Cosa ha insegnato ai ragazzi? Il piacere della lettura“.alan rickman 2

Rickman ha fatto capire di ammirare Harry, Hermione e Ron: “Per Harry Potter abbiamo girato 7 settimane l’anno, non mi rendevo conto di quanto Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint nel frattempo crescessero. Ad un tratto li ho ritrovati 22enni. Oggi è un miracolo che siano sani di mente, per loro, semplici ragazzi, è stata una mole di lavoro incredibile”. Esclusa la possibilità di un sequel, almeno per quanto riguarda Piton (il suo personaggio muore ne “I doni della morte”, l’ultimo avvincente capitolo della saga), l’attore e regista ha ritirato il Premio Truffaut, si è concesso agli scatti dei fotoreporter ed ha firmato qualche autografo.

step upAttesissimi gli ospiti di oggi, provenienti da format di successo dell’ultima stagione televisiva. A sfilare sul Blue Carpet saranno Carmine Buschini, Lorenzo Guidi, Brando Pacitto, Pio Luigi Piscitelli, Aurora Ruffini e Mirko Trovato, i ragazzi protagonisti di Braccialetti Rossi, la fiction di grande successo di Raiuno. Con loro il direttore di Rai Fiction, Eleonora Andreatta e l’autore dell’idea originale della serie tv Albert Espinosa. Tra gli attori protagonisti della giornata di oggi anche Max Giusti, che in più occasioni ha doppiato produzioni animate di successo.

– Gianpaolo D’Elia –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*