I consiglieri comunali del gruppo SaleSi, Domenico Cartolano, Antonio Santarsiere, Angela Freda e Teresa Paladino, preso atto delle gravissime vicende riferite al traffico ed allo smaltimento illecito di rifiuti che hanno interessato il Vallo di Diano negli ultimi mesi (ultima la notizia del 19 maggio relativa al rinvenimento, il 30 agosto 2019, a Taranto di 27 tonnellate di rifiuti provenienti dall’isola ecologica di Sala Consilina), hanno presentato una formale interrogazione a risposta scritta al sindaco di Sala Consilina e al delegato all’Ambiente.

I SaleSi chiedono di conoscere i dati (peso e tipo) relativi al conferimento di rifiuti presso l’isola ecologica comunale per gli anni 2018, 2019 e 2020, i responsabili della gestione dell’isola ecologica comunale, nonché le generalità di chi era autorizzato ad accedere al sito e a regolarne l’apertura e la chiusura.

Cartolano, Santarsiere, Freda e Paladino, inoltre, chiedono di avere contezza di come erano e sono disciplinati l’ingresso e l’uscita dall’isola ecologica e vogliono prendere visione ed avere copia di tutti i formulari di conferimento dei rifiuti presso l’isola ecologica comunale per le annualità 2018, 2019 e 2020.

In ultimo, i consiglieri di opposizione chiedono di sapere se il Comune di Sala Consilina ha subito, negli anni indicati, pignoramenti quale terzo da parte di creditori delle società che hanno gestito l’isola ecologica. In caso positivo, per quale importo.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano