Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera al decreto legislativo che apporta alcuni correttivi alla riforma della geografia giudiziaria. E’ previsto il ripristino, per tre anni, delle sezioni distaccate di Ischia, Lipari e Portoferraio (Isola d’Elba) e aggiustamenti territoriali per Rho e Cassano d’Adda che restano sezioni distaccate di Milano, anzichè essere accorpate rispettivamente a Busto Arsizio e a Lodi. Per quanto riguarda le isole minori, il provvedimento è specifico, cioè è una misura connessa unicamente con i problemi logistici di sedi giudiziarie collocate a distanza dalla terraferma. 

Il pacchetto sulla revisione della geografia giudiziaria è stata oggetto di molte polemiche da parte di amministratori locali, parlamentari, avvocati. In particolare, nel caso del tribunale di Sala Consilina, è stato fortemente contestato l’accorpamento al palazzo di giustizia di Lagonegro, situato in un’altra Regione con le conseguenti difficoltà per tutti i cittadini.

Soltanto giovedì scorso, si era tenuto un incontro, presso la sede del Parlamento a Montecitorio, tra una delegazione composta dal Sindaco di Sala Consilina Gaetano Ferrari, dal ViceSindaco Domenico Cartolano, dal segretario dell’Ordine degli Avvocati Gherardo Cappelli, dal componente del direttivo provinciale del PD Fabio Longo e dal rappresentante della CISL Pietro Pernetti, accompagnati dal componente del direttivo nazionale del PD il sindaco di Pollica, Stefano Pisani  e dall’onorevole Tino Iannuzzi e la delegata alla Giustizia della segreteria nazionale del PD l’onorevole Alessia  Morani. Nel corso dell’incontro erano state rappresentate, per l’ennesima volta, le motivazioni per la riapertura del Tribunale di Sala Consilina.

– redazione –


  • Articolo correlato

24/01/2014 – Tribunale Sala Consilina. Il Sindaco di Pollica incontra l’ On. Alessia Morani

 

Commenti chiusi