“Da anni intere colonie feline distrutte con il veleno”.

A lanciare l’allarme è Noemi Lenza dell’ENPA di Vallo della Lucania che segnala, inoltre, come negli ultimi mesi gli episodi ai danni dei gatti siano aumentati.

“Da Rione San Crescenzo a Via Loreto – spiega – ma da qualche mese gli episodi si verificano in un raggio ben circoscritto della città come Via Addevico, Via Lettiero Niccolò e zona Spes”.

L’ultimo caso si è verificato ieri con l’uccisione di un gatto adulto e due cuccioli. Inoltre sarebbero spariti dei cuccioli e le loro mamme.

Tantissime le segnalazioni che mi arrivano – spiega ancora la volontaria ENPA – compresi episodi di minacce rivolte alle volontarie che accudiscono le nostre colonie feline tutelate! Incastreremo i responsabili di questi gesti crudeli”.

Un appello è stato rivolto al Sindaco di Vallo della Lucania Antonio Aloia affinchè sia vicino ai volontari in questa battaglia: “E’ tutore degli animali – spiega Lenza – e ricordiamo che i veleni rappresentano un pericolo anche per i bambini. Chi sa parli”.

L’ENPA nelle scorse settimane ha chiesto di monitorare la vendita di metaldeide, il veleno che il più delle volte viene utilizzato per uccidere cani e gatti.

Inoltre era stato chiesto di attivare un registro su cui annotare gli acquirenti.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*