Ho presentato una proposta di legge affinché anche la Regione Basilicata istituisca il Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità quale persona autonoma e super partes, che si possa adoperare per affermare i principi fondamentali delle persone con disabilità e che per queste ultime potrà costituire una fonte di informazione sui diritti fondamentali ad esse legati”.

Lo afferma il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Gino Giorgetti, precisando che “il Garante dovrebbe avere, inoltre, il ruolo di mediatore istituzionale tra i disabili e l’Amministrazione, senza mai sostituirsi ad essa, vigilando sull’applicazione delle leggi, sollecitando interventi e promuovendo iniziative a carattere informativo e culturale. Si occuperà di garantire la piena accessibilità dei servizi e delle prestazioni per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle minorazioni, la tutela giuridica ed economica della persona con disabilità e la piena integrazione sociale e potrebbe garantire la collaborazione con enti locali e le istituzioni scolastiche, per agevolare l’obbligo scolastico anche da parte dei tanti alunni disabili lucani che vivono in contesti sociali a rischio di esclusione”.

Altri compiti del Garante saranno quelli di assicurare il sostegno tecnico e legale agli operatori dei servizi sociali, di istituire un elenco regionale di tutori o curatori a cui potrebbero attingere anche i giudici competenti e di formulare proposte o pareri su atti normativi e di indirizzo che riguardino le disabilità di competenza della Regione e degli enti locali.

Con l’istituzione del Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità anche la Basilicata – conclude il consigliere – potrebbe finalmente vivere una nuova stagione dei diritti, importante e innovativa, promuovendo l’affermazione del pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona con disabilità per promuovere la sua piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*