C’è preoccupazione tra i cittadini delle contrade di Picerno, e in particolare di Boscotrecase, dove nella notte tra martedì e mercoledì, due furti sono stati messi a segno ai danni di due aziende di allevamenti di suini.

Un colpo di non poco conto dal momento che in totale i malviventi sono riusciti a portare via un furgone Fiat Scudo, circa nove quintali di gasolio, trapani, saldatrice, flex ed altre attrezzature.

I ladri hanno raggiunto la prima azienda dove hanno rubato il mezzo, poi hanno forzato il cancello di un’altra azienda riuscendo ad aprirlo e ad entrare, per poi caricare sul mezzo attrezzature di vario genere anche costose. Hanno tentato anche nella seconda azienda di rubare altro gasolio, ma non ci sono riusciti. I ladri, che sono apparsi dei professionisti, per non dare nell’occhio, hanno anche chiuso il cancello dopo aver abbandonato l’azienda.

Due di loro sono stati ripresi da alcuni impianti di videosorveglianza. Con arnesi da scasso, cappellino, mascherina e guanti, riescono con una grande facilità ad accedere. Accortisi di quanto accaduto, i proprietari delle aziende hanno allertato il 112, con i militari prontamente accorsi sul posto per i rilievi del caso e per raccogliere le denunce di furto. Per quanto riguarda le immagini degli impianti di videosorveglianza sono al vaglio dei Carabinieri della Stazione di Picerno e della Compagnia di Potenza che, guidati dal Capitano Alberto Calabria, hanno immediatamente avviato le indagini per risalire agli autori dei due furti messi a segno.

Del furgone, che sarebbe servito solo per trasportare la refurtiva, ancora nessuna traccia. Solo qualche giorno fa, grazie ai continui e capillari controlli dei Carabinieri sul territorio, due auto sono state intercettate non distanti da Picerno, tra Baragiano e Muro Lucano. In quel frangente, i Carabinieri sono riusciti a recuperare una delle auto, risultata oggetto di furto, mentre i ladri sono riusciti a fuggire a piedi favoriti dall’orario notturno.

-Claudio Buono-

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*