Il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha espresso la sua “sincera e totale solidarietà” all’assessore ai Trasporti Donatella Merra.

La frase sessista è stata pronunciata ieri, durante una riunione del Consiglio regionale, dal consigliere Rocco Leone (FdI). Il video che ha fatto in breve tempo il giro del web ha scatenato l’indignazione dei politici e delle diverse organizzazioni che hanno chiesto le dimissioni dell’ex assessore alla Sanità.

Si tratta – ha aggiunto Bardi – di un sentimento civile che sono sicuro unisca tutti, perché il rispetto verso le donne è un dovere civico e morale, soprattutto per noi rappresentanti delle istituzioni che dobbiamo sempre essere esempio“.

Quanto affermato dal consigliere regionale Leone a danno dell’assessore Merra ha dell’incredibile, come incredibili sono anche le giustificazioni addotte dallo stesso – Lo dichiara il consigliere regionale di Parità, Ivana PipponziLeone non può emarginare come ‘battuta goliardica, basata su un rapporto di grande amicizia’, una frase profondamente sessista e volgare. È inaccettabile che rappresentanti delle massime Assise regionali utilizzino beceri linguaggi capaci di ingenerare discriminazioni e violenze ai danni delle donne. Mi fa specie constatare che nel giro di qualche settimana la Basilicata sia assurta alle cronache nazionali ad opera di uomini impegnati nelle istituzioni che non hanno saputo interpretare il proprio delicato ruolo. Dalle istituzioni ci aspettiamo innanzitutto il buon esempio e il rispetto non certo battute sessiste. A Donatella Merra va tutta la mia solidarietà e mi aspetto pubbliche e vere scuse da Leone. In altri tempi quando nelle Istituzioni si usava un linguaggio forbito ed aulico, seguivano sempre le dimissioni quale atto di sincero pentimento, anche solo per una battuta infelice”.

 

  • Articolo correlato:

02/05/2022 – Basilicata. Frase sessista del consigliere Leone nei confronti dell’assessore Merra, chieste dimissioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.