Come tutti gli anni la European School of Banking Management e la Scuola Italiana Antiriciclaggio attribuiscono un premio alle aziende che nell’Anno Accademico precedente si siano impegnate nella Formazione specialistica in Antiriciclaggio puntando sulla crescita delle Competenze Certificate dei propri dipendenti e contribuendo in maniera indiretta a combattere il fenomeno del riciclaggio e del finanziamento al terrorismo. Da quest’anno il premio ha cambiato nome e si chiamerà AML Training Award.

La Banca Monte Pruno è tra le realtà alle quali il Comitato Scientifico della European School of Banking Management e della Scuola Italiana Antiriciclaggio assegnerà il prestigioso riconoscimento AML Training Award 2020.

Per aver coltivato con attenzione estrema il tema della formazione specialistica Antiriciclaggio e per essere un modello positivo per tutti i soggetti destinatari degli obblighi antiriciclaggio, sarà conferito a nome di European School of Banking Management e Scuola Italiana Antiriciclaggio, al Direttore Michele Albanese della Banca Monte Pruno il premio AML Training Award 2020. Per il lavoro di pianificazione e programmazione svolto e l’impegno profuso nell’organizzazione della formazione specialistica e nell’aggiornamento del personale, invece, sarà conferito a nome di European School of Banking Management e Scuola Italiana Antiriciclaggio, alla dottoressa Francesca Sessa il premio HR AML Award 2020.

La premiazione avverrà nel corso della Cerimonia di Inaugurazione del 25° Anno Accademico 2021-2022 che avrà luogo il prossimo 18 novembre a Milano presso l’Hotel Lombardia, in occasione della quale si terrà una Tavola rotonda dal titolo Dai Pandora Papers alla VI Direttiva. Come sta cambiando il mondo dell’Antiriciclaggio in ambito domestico e internazionale.

Nel corso dello stesso evento ci sarà la consegna dei Titoli ai diplomati dei Master negli Anni Accademici 2019/2020 e 2020/2021 che sono Fiorella Della Guardia, Maria De Divitiis, Annarita Carucci.

Il Presidente del CDA della Banca Monte Pruno Anna Miscia ha voluto complimentarsi in primis, con il Direttore Generale Michele Albanese per aver promosso, da sempre, una cultura aziendale improntata sulla formazione come forma di investimento per la crescita delle risorse umane, in questo caso, all’interno di un ambito specialistico, che incide su concetti molto cari all’istituto di credito cooperativo, come la legalità e la lotta al fenomeno del riciclaggio. Inoltre, il Presidente Miscia ha voluto inviare il suo apprezzamento anche nei confronti della Responsabile delle Risorse Umane Francesca Sessa e delle tre dipendenti che hanno conseguito il Master.

Anche il Direttore Generale Michele Albanese, complimentandosi con le colleghe, ha commentato positivamente la notizia di questo riconoscimento, mettendo in luce come viene premiato il merito di un’intera squadra che ha la capacità di remare nella stessa direzione con impegno e professionalità, raggiungendo risultati prestigiosi. Lo stesso Direttore si è dichiarato orgoglioso e felice di poter ricevere questo premio ricco di significato, perché segna un ulteriore innalzamento del livello qualitativo delle risorse umane della Banca che lavorano in un settore, come quello dell’antiriciclaggio, il quale, ogni giorno, le vede impegnate contro potenziali rischi che possono incidere negativamente sugli aspetti prettamente economici del territorio con risvolti anche nella società civile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano