L’apertura da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nei riguardi dei comuni delle ex “Zone Rosse” rimasti esclusi dal Fondo speciale del Decreto Rilancio è stata accolta con soddisfazione anche dall’assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera.

E’ con viva soddisfazione che accolgo la notizia ormai ufficiale che tutti i comuni delle Zone Rosse saranno beneficiari del Fondo appositamente istituito dal Decreto Rilancio – afferma Matera -. In tal senso sono arrivate le rassicurazioni del Presidente Conte, che, appellandosi ad una questione di equità, ha ammesso la necessità di garantire la devoluzione di risorse a tutti i comuni maggiormente colpiti dall’epidemia. Fonti del Governo assicurano, altresì, che, visto l’aumento dei territori beneficiari, la dotazione sarà incrementata rispetto ai 200 milioni attualmente previsti“.

Conte, infatti, ha garantito che un emendamento al Decreto Rilancio sarà presentato per garantire fondi a tutti i Comuni delle “Zone Rosse” colpiti dall’emergenza Coronavirus per una questione di equità. Diverse nei giorni scorsi sono state le polemiche per l’esclusione di alcuni comuni dal Fondo speciale di 200 milioni garantito, per ora, soltanto alle ex Zone Rosse delle province lombarde e di Piacenza. I comuni di Sala Consilina, Atena Lucana, Polla, Auletta e Caggiano, oltre ad Ariano Irpino e Saviano, durante l’emergenza Covid-19 sono ricaduti nelle “Zone Rosse” a causa dell’elevato numero di contagi e, secondo le attuali disposizioni del Decreto, sono tra i paesi esclusi dal Fondo speciale.

E’ un dovuto riconoscimento alla Campania – continua Matera – che ha tempestivamente sollevato la disparità di trattamento. Il Vallo di Diano è stato protagonista di una battaglia nazionale“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

23/5/2020 – Zone Rosse escluse dal Dl Rilancio. Conte:”Fondi garantiti a tutti”. De Luca:”Daremo misure al Vallo di Diano”

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*