Apprendiamo dalla stampa che il Coordinatore del partito Italia Viva per il Vallo di Diano, Domenico Cartolano, e il Gruppo Salesi, con a capo lo stesso coordinatore, si sta spendendo in dichiarazioni sull’arrivo dei fondi per le ex zone rosse, quasi a voler far trasparire un suo impegno, o del suo partito, in detta direzione. Lo stesso coordinatore che all’indomani della richiesta dell’Amministrazione di proroga della zona rossa, proroga che ha consentito l’arrivo dei suddetti fondi, ribadiva l’inutilità e anzi la dannosità della detta proroga, chiedendo, con dichiarazioni, telefonate, interviste e a gran voce di ritirare subito la richiesta“. Così il sindaco di Sala Consilina, Francesco Cavallone, e l’Amministrazione comunale in seguito alle dichiarazioni del capogruppo di opposizione sulla ripartizione dei fondi destinati alle ex “Zone Rosse”.

Quando abbiamo ritenuto di dover richiedere noi stessi, come Amministrazione, la zona rossa, – continuano – lo abbiamo fatto perché certi che la tutela della salute pubblica dovesse essere il faro della nostra azione politica in quel preciso momento soprattutto, ma con la lungimiranza di chi sa bene che in queste situazioni alle comunità più colpite sarebbero stati dati aiuti in un momento successivo. E’ successo e nessuno degli attori principali ha ostentato un risultato ottenuto con oculatezza e intelligenza, ma ora che le dichiarazioni di chi riteneva la zona rossa fosse solo un danno vorrebbero attribuirsi meriti, inesistenti, abbiamo ritenuto di dover fare chiarezza“.

Cavallone e gli amministratori di maggioranza ringraziano “chi, con caparbietà e impegno ha lottato affinchè i comuni valdianesi non fossero esclusi da tale manovra e avessero la stessa dignità delle pur colpite zone rosse del nord, dopo che una ‘mano oscura’ li aveva cancellati nel Decreto Rilancio. E’ un doveroso Grazie che deve andare all’On.le Federico Conte, all’On.le Piero De Luca e all’On.le Corrado Matera che hanno fatto quello che andava fatto: difendere il proprio territorio da scelte scellerate; la stessa difesa che siamo certi avrebbe messo in campo chiunque avesse dovuto e potuto farlo per il ruolo ricoperto, e che metterà in campo da oggi in poi anche l’On.le Pellegrino, per far acquistare a noi tutti fiducia in un partito, Italia Viva, che fino ad oggi per questo territorio nulla ha fatto, come nulla ha fatto per le zone rosse; all’On.le Pellegrino va fin da ora il nostro sentito grazie per l’impegno che siamo certi metterà in campo per questo territorio“.

Al di là delle dichiarazioni che oggi ci si affanna a rilasciare un dato è certo – conclude l’Amministrazione Cavallone – Domenico Cartolano, Coordinatore del Partito Italia Viva per il Vallo di Diano e capogruppo del Gruppo Salesi, non voleva, ribadendolo in tutte le sedi, che la zona rossa fosse prorogata e nessun impegno, per tale ragione, nessuno, è stato mai messo in campo per portare tale risultato a casa. E’ un momento di grande difficoltà socioeconomica per tutto il Paese e c’è bisogno di serietà. Quella serietà che qualcuno stenta a dimostrare. Se la situazione non fosse così delicata e preoccupante, di sicuro ci sarebbe da ridere davanti a tanta sfacciataggine. Ci accontentiamo di sorridere consapevoli che alcuni nascono giullari, per divertire“.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

25/10/2020 – Fondi alle ex Zone Rosse del Vallo di Diano. Il coordinatore di “Italia Viva” Cartolano:”Grande lavoro”

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano