3 thoughts on ““Una Fondazione per rilanciare la Certosa di Padula”. Intervista al direttore della Banca Monte Pruno

  1. Dalle parole ai fatti: ecco una prima, concreta, risposta-proposta verso chi ha la responsabilità gestionale della “nostra” Certosa di S. Lorenzo.
    E al fine di evitare facili ed errate strumentalizzazioni, bene ha fatto il direttore Albanese a sottolineare che non è in atto nessuna guerra o battaglia ma, semplicemente, il desiderio di poter contribuire ad un futuro più roseo del nostro territorio, attraverso le grandi potenzialità della Bcc Monte Pruno che dirige e le enormi capacità manageriali e professionali che lo stesso territorio è in grado di esprimere.
    Ed è un invito che noi tutti, politici, sindaci e amministratori, il mondo dell’imprenditoria e dell’associazionismo, gli ordini professionali, la scuola e l’informazione, dovremmo saper cogliere offrendo il proprio contributo.
    Come sempre, noi del “Circolo Carlo Alberto 1886”, siamo pronti e disponibili a sostenere tutte quelle iniziative che sono volte ad un definitivo sviluppo socio-culturale del nostro territorio e, nel contempo, vogliamo esprimere la nostra ammirazione e sostegno all’amico Michele Albanese per tutto quanto fa.
    Cordialmente, Felice Tierno.

  2. Servirebbe una fondazione anche per gestire il patrimonio artistico e culturale di Teggiano che tra Diocesi, Privati, Comune e ProLoco è di difficile gestione… Le Grotte di Pertosa-Auletta con la Fondazione Mida stanno lavorando bene…

  3. Complimenti per questa onorevole iniziativa, è cosa che effettivamente Le fa onore perchè effettivamente La Certosa è monumento che molti ci invidiano, però non sono convinto che Lei, uomo di spiccate capacità non ha già in mente una formula risolutiva;
    Auguri e buon lavoro

Comments are closed.