Si rinnova la vicinanza della Banca Monte Pruno ad una delle più importanti manifestazione del Cilento, il Festival degli Antichi Suoni di Novi Velia.

La XVII edizione si aprirà con la conferenza di presentazione dell’evento in programma venerdì 21 agosto alle ore 11.00, presso l’ex Chiesa San Giorgio. Durante questo appuntamento verranno rese note alcune delle novità che caratterizzeranno la manifestazione di quest’anno, che si terrà il 28, 29 e 30 agosto. Prederanno parte alla conferenza Maria Ricchiuti, sindaco di Novi Velia e Consigliere regionale, Michele Albanese, Direttore Generale della Banca Monte Pruno, e Pantaleo Iannuzzi, tra gli organizzatori della manifestazione e componente del Comitato Consultivo Locale della Banca Monte Pruno, che opera nella zona di Vallo della Lucania. Al termine dei lavori si esibiranno alcuni gruppi di musica popolare che parteciperanno al Festival.

Il Festival degli Antichi Suoni rappresenta un importante evento che si tiene nel Cilento e che raccoglie tantissimi appassionati di questo genere di musica. Nasce per celebrare gli antichi raduni di tanti pellegrini, provenienti dalle regioni vicine, che facevano tappa a Novi Velia per raggiungere poi il Santuario della Madonna di Novi Velia, posto sulla vetta del Monte Gelbison.

Tra le novità di quest’anno vi è anche la nascita dell’Ente Festival, voluto dal Comune di Novi Velia che, in collaborazione con l’Associazione Antichi Suoni e con la partnership della Banca Monte Pruno, organizza questa XVII edizione. La creazione di questo nuovo soggetto testimonia come il Festival degli Antichi Suoni, nel corso degli anni, abbia avuto un positivo trend di crescita che ha reso necessario una sempre più strutturata e solida organizzazione. Vista, inoltre, l’importante partecipazione di pubblico, l’edizione di quest’anno prevede due zone concerto: gli eventi principali avranno luogo in Piazza Cafasso, mentre altri spettacoli si terranno in Piazza Longobardi.

– redazione – 


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano