In occasione del Ferragosto, caratterizzato da un’intensa affluenza di turisti sia a Salerno che sulle coste salernitane, il Questore Ficarra, tenendo conto delle determinazioni emerse nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Salerno, ha pianificato con ordinanza e con il coinvolgimento anche delle Polizie Locali e dell’Esercito Italiano un articolato dispositivo di sicurezza. La tranquillità dei cittadini che sono rimasti in città e dei tanti turisti che hanno deciso di trascorrere qui il loro Ferragosto è l’obiettivo dei servizi di controllo del territorio che, con i poliziotti delle Volanti ed i poliziotti di Quartiere, con l’Aliquota Radiomobile dell’Arma dei Carabinieri e con quella della Guardia di Finanza a terra e i poliziotti sugli acquascooter, la Guardia di Finanza dell’Unità Navale e la Capitaneria di Porto in acqua, attueranno un’intensa attività di vigilanza, coordinata dalla Sala Operativa. Intensa è l’attività della Polizia Stradale, della Polizia di Frontiera e di quella Ferroviaria, impiegati in numero rinforzato per garantire la prevenzione delle attività criminose nelle zone di competenza, caratterizzate da un volume di traffico di persone molto ingente.

Nelle fasce serali grande attenzione è stata dedicata ai controlli nelle zone della movida per garantire la serena fruizione degli spazi aperti e dei locali aperti al pubblico in sicurezza e nel rispetto della normativa nazionale, regionale e locale in materia di Covid. La Polizia di Stato, in perfetta sinergia con le altre Forze dell’Ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Locali, Polizia Provinciale e i militari dell’Esercito Italiano), ha presidiato i luoghi di maggiore attrazione turistica, attraverso l’impiego, anche in Costiera Amalfitana e Cilentana, di presidi interforze flessibili in grado di assicurare tempestività e velocità di intervento.

Il dettagliato piano d’intervento ha consentito di raggiungere i seguenti risultati operativi: 7678 persone controllate; 3525 veicoli controllati; 812 esercizi pubblici controllati; 11 persone sanzionate per mancato uso della mascherina; 7 titolari di esercizi commerciali sanzionati per mancato rispetto della normativa anti-covid; 1 esercizio pubblico temporaneamente chiuso.

In particolare, nella notte, il personale della Divisione Anticrimine della Questura di Salerno ha adottato un provvedimento di chiusura temporanea di un locale nel quale è stata riscontrata la presenza di circa un migliaio di giovani a ballare. Essendo vietato per le note implicazioni concernenti la diffusione del Covid-19, seguirà un dettagliato rapporto alla locale Prefettura per i conseguenti provvedimenti di competenza.

Inoltre sono state elevate sanzioni a carico di altri due esercizi: è stato riscontrato che, sull’arenile a ridosso del Polo Nautico, era stata avviata un’attività di ristorazione senza alcuna autorizzazione. I poliziotti delle Volanti, inoltre, hanno denunciato un 44enne salernitano pregiudicato per porto illegale di strumenti atti ad offendere. In zona Arbostella, durante una controversia per motivi di viabilità, ha preso dalla propria auto un bastone metallico e lo ha brandito in maniera molto minacciosa verso le auto in transito. All’arrivo della pattuglia l’uomo ha cercato di nascondere l’oggetto in auto, ma la scena è stata notata dagli agenti che hanno sequestrato il bastone e denunciato l’automobilista.

I poliziotti della Squadra Volanti della Questura di Salerno hanno sorpreso in Piazza Vittorio Veneto, nei pressi della stazione ferroviaria centrale, un 26enne sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari a Fisciano. Il giovane, non avendo alcuna giustificazione né autorizzazione per essere a quell’ora a Salerno, si è reso responsabile di evasione e i poliziotti lo hanno arrestato mettendolo a disposizione della Procura della Repubblica.

La puntuale e attenta attività di controllo del territorio, ben coordinata da poliziotti e carabinieri, ha consentito di ritrovare nei pressi della Stazione Ferroviaria di Salerno una persona scomparsa. Il 49enne, residente nella provincia di Salerno, era uscito di casa e non aveva fatto rientro, destando la preoccupazione di tutta la famiglia, dovendo assumere farmaci. L’uomo, seppure molto disorientato, ha potuto riabbracciare i familiari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.