Quattro persone sono indagate dalla Procura di Salerno per devastazione, saccheggio e resistenza a pubblico ufficiale in relazione agli incidenti avvenuti a Salerno la sera del 25 ottobre, quando gruppi di manifestanti esplosero delle bombe carta sotto l’abitazione del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

I coinvolti approfittarono della protesta dei commercianti che non accettavano le misure di chiusura delle attività per contenere il contagio da Covid.

La Digos ha effettuato delle perquisizioni nelle case dei quattro indagati e ha sequestrato gli abiti usati quella sera oltre ad una mazza chiodata.

Si tratta di cittadini salernitani dai 30 ai 50 anni e alcuni di loro hanno precedenti per reati commessi negli stadi.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

27/10/2020 – Raid sotto casa di De Luca a Salerno. Identificati alcuni responsabili dalla Digos, scatta una denuncia

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano