Dopo un’indagine avviata in seguito alla tentata rapina commessa ai danni di una rivendita di tabacchi di Salerno, questa mattina la Squadra Mobile della Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti del 21enne salernitano F.G.

La sera del 23 dicembre dello scorso anno F.G., il fratello minore, già arrestato e recluso presso un Istituto di pena minorile, e una terza persona tentarono di commettere una rapina ai danni di una rivendita di tabacchi del centro cittadino. Il 21enne rimase fuori come “palo” per tutto il tempo, mentre il fratello minore e la terza persona fecero irruzione nell’attività puntando una pistola al volto della vittima.

Il titolare, benché intimorito alla vista dell’arma, approfittando di un momento di distrazione del giovane riuscì a chiedere aiuto e mettere in fuga i rapinatori.

Le immediate indagini, sviluppate soprattutto con la visione dei filmati, portarono all’identificazione di F.G.

La raccolta di altri elementi ha permesso di giungere all’identificazione di un altro complice, già arrestato il 17 aprile scorso, e di delineare un quadro indiziario a carico degli indagati, tutti ritenuti responsabili di concorso in tentata rapina.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*