– Riceviamo e pubblichiamo – da “Gli iscritti al PD che sostengono la Candidatura a Sindaco di Antonio Coiro

Cari concittadini, a questo punto appare necessario rendere pubblici i fatti che oggi ci portano ad avere come candidato a Sindaco nella Lista del Partito Democratico una persona non iscritta !!!!

I fatti sono questi: il 6-4-2014 si è tenuta un assemblea degli iscritti al PD, nella quale è stato deciso, da tutti, la presentazione di una lista di partito ed il sindaco uscente Nicola Pica ha dichiarato di essere lui il candidato a sindaco.

il 13-4-2014 si è tenuta una nuova assemblea PD, nella quale, “Nicola Pica” ha dichiarato di rinunciare alla sua candidatura. In quella occasione l’onorevole “Donato Pica” comunicava la propria disponibilità a candidarsi personalmente per la poltrona di sindaco. Candidatura confermata con dichiarazione scritta e consegnata nelle mani del coordinatore del circolo PD “Giuseppe Pistone”. In tale assemblea venivano presentate verbalmente diverse candidature, ma solo “Donato Pica e Antonio Coiro” le confermavano, con atto sottoscritto personalmente.

il 18-4-2014 si riuniva l’assemblea, e per acclamazione degli iscritti, non si procedeva al ballottaggio tra i due candidati ma veniva indicata la persona dell’On. Donato Pica.

A questo punto, “colpo di scena finale”, Donato Pica dichiarava alla stampa di non essere stato mai candidato a sindaco di Sant’Arsenio, ritirando di fatto la sua candidatura, “forse avevamo sognato!!!!”

E la “favola” si conclude con un indebita utilizzazione della sua posizione dominante in seno al Partito Democratico del Salernitano, che porta l’onorevole ad indicare a sindaco di una lista contrassegnata dal Simbolo PD, non chi rispettando le regole si era proposto nell’assemblea di partito, ANTONIO COIRO, ma una persona estranea al circolo, e che mai ha fatto pervenire all’assemblea PD la propria volontà di candidarsi, in aperta violazione dell’ art. 18 comma 4 dello statuto.

Sarà stata una decisione presa dall’alto? Ci saranno altri interessi sconosciuti in ballo? Appare evidente che sia stata mortificata in ogni modo la volontà assembleare degli iscritti al PD, ai quali è stato negato ogni diritto di decisione e di partecipazione democratica.

Non abbiamo lasciato e non intendiamo lasciare il PD, nonostante le idee, i valori e lo statuto di partito siano stati bistrattati e considerati in una lettura diversa da quanto voluto dai fondatori del Partito Democratico. Sosteniamo come candidato a sindaco ANTONIO COIRO, l’unico indicato democraticamente dall’Assemblea PD.

“I documenti che dimostrano la veridicità di quanto sopra affermato, potranno in ogni momento essere visionati da chiunque ne faccia richiesta.”

Il Direttivo del circolo Partito Democratico.                                  

Gli iscritti al PD che sostengono la Candidatura a Sindaco di Antonio Coiro

– messaggio elettorale a pagamento –


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano