Il sindaco di Roscigno Pino Palmieri è duro in seguito all’ultima ordinanza della Regione Campania, firmata ieri sera, che limita fortemente l’attività commerciale di bar e ristoranti anche nella Fase 2 dell’emergenza sanitaria che prenderà il via da lunedì 4 maggio.

Infatti in Campania non sarà permesso, come nel resto d’Italia, il servizio d’asporto a bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e similari. Gli esercenti di queste attività potranno effettuare fino al 10 maggio esclusivamente il servizio a domicilio su chiamata o dopo prenotazione online.

Palmieri si è così rivolto all’ANCI Campania con un messaggio. “Amministro un comune di 690 abitanti – ha scritto – e sono presenti tre bar che molto probabilmente non riapriranno più. I piccoli comuni montani che vivono da anni nell’abbandono e nell’isolamento avranno il colpo di grazia su quel poco di economia che ancora riusciva a resistere“.

Abbiamo distanze sociali che vanno oltre il metro – prosegue Palmieri – ed una situazione emergenziale uguale a 0. Ancora si continuano a calare sui territori provvedimenti senza tenere conto delle diverse realtà. Dopo la pandemia tanti sindaci di piccole comunità potranno solo restituire la fascia al Prefetto“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*