153521184La liquirizia è da sempre stata adoperata come medicamento. Gli studi condotti oggigiorno confermano tali proprietà, tant’è vero che durante alcuni studi scientifici sono stati ottenuti eccellenti risultati nel trattamento delle ulcere gastro-duodenali. La liquirizia, infatti, sembra formare una sorta di pellicola protettiva dello stomaco. L’effetto risultava particolarmente utile anche come protettivo durante l’assunzione di farmaci gastrolesivi.

Utilizzare la liquirizia aiuta a risolvere anche altri problemi gastrointestinali come aerofagia, stitichezza, digestione lenta. Anche sul fegato sembra svolgere una marcata azione protettiva. In uno studio, condotto su oltre cento persone affette da insufficienza epatica cronica, è stato evidenziato come l’estratto secco di liquerizia, in soli trenta giorni, possa aver prodotto miglioramenti visibili.

Ma le sua virtù non finiscono qui: la liquerizia calma la tosse, aiutando a espellere il catarro nei bronchi. Regola gli ormoni femminili (estrogeni) quando questi son o squilibrati o in eccesso.

Aiuta in caso di pressione bassa grazie al suo principio attivo la glicirrizina. Il tè d liquirizia aiuterebbe anche a favorire il rilassamento mentale e ridurre l’insonnia grazie alla stimolazione dei liquidi cerebrospinali e la regolarizzazione dei livelli di zuccheri ematici.

Tuttavia, nonostante abbia tante belle virtù e pochi effetti collaterali, è indubbio che ci sono casi in cui è bene porre molta attenzione a quanta se ne assume. Il pericolo, esiste in particolar modo in soggetti con alcuni tipi di patologie in atto come, per esempio, l’ipertensione. Come già accennato, infatti, aumenta la pressione arteriosa.

Dosaggi elevatissimi sembrano causare ritenzione idrica, aumento di sodio con conseguente perdita di potassio. Per tale ragione, deve essere posta attenzione nella sua assunzione, in particolar modo quando si ha che fare con i tradizionali bastoncini che, di norma, vengono mangiati senza badare alla quantità.

La stessa attenzione va posta nelle persone che utilizzano la pillola anticoncezionale. L’ipopotassemia e l’ipertensione sembrano essere potenziati da questo tipo di farmaco se utilizzato in concomitanza con la liquirizia.

Bibliografia: www.lastampa.it


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*