Il Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, attraverso i Reparti dipendenti, oramai da mesi continua nelle attività di controllo volte a garantire l’osservanza delle disposizioni che regolamentano la legittima attribuzione del Reddito di cittadinanza, affinché i beneficiari della misura economica ne abbiano effettivamente titolo e non ricorrano, in sede di richiesta, a dichiarare dati non corrispondenti al vero.

Attraverso una serie di verifiche incrociate, condotte dai sottonotati Comandi dell’Arma potentina, sono state accertate alcune violazioni e denunciate diverse persone all’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Stazione di Corleto Perticara hanno individuato un 39enne e un 61enne del posto che, pur essendo gravati da misure cautelari, che di fatto non ne consentono l’attribuzione, hanno richiesto ed ottenuto il Reddito di cittadinanza omettendo tali informazioni, dovute. È stato così stabilito che hanno percepito illecitamente le rispettive somme complessive di 5.000 e 2.459 euro.

I Carabinieri della Stazione di Lauria, insieme a militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Potenza, hanno scoperto 5 giovani donne di origini nigeriane, di 21, 23, 26, 29 e 32 anni, e una 47enne di origini pakistane che, essendo richiedenti asilo politico e ospiti di una struttura del luogo da circa 2 anni, hanno prodotto false attestazioni, relativamente al periodo di permanenza sul territorio nazionale, percependo, così, illegalmente la somma complessiva di 25.000 euro.

I risultati conseguiti sono da annoverare tra i molteplici compiti istituzionali assolti dai reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, i quali proseguono nel controllo del territorio attraverso le diverse forme di azione, preventiva e repressiva, condotte nei 100 comuni della provincia, tramite le 76 Stazioni e i 7 Comandi di Compagnia, con le loro dipendenti articolazioni.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*