4 thoughts on ““Fai grande schifo”, tra Polla e Atena Lucana cartelli d’accusa contro chi abbandona i rifiuti

  1. Io penso che trattasi di idioti che sono abituati a vivere, anche a casa loro, peggio che nel letame.
    Non hanno senso di civiltà, nè la cultura del rispetto verso gli altri ed in specie verso l’ambiente che ci circonda.
    Sono dei vigliacchi, perchè dovrebbero avere il coraggio di sostenere le motivazioni per cui compiono tali azioni indecorose, specie lungo gli argini delle strade interpoderali o nei corsi d’acqua”, ed in particolare lungo la strada che costeggia Fosso del Mulino, fra Sant’Arsenio e San Pietro al Tanagro.
    I cartelli che sono comparsi , giustamente, in questa zona rappresentano una chiara protesta verso questo stupido modo di agire.
    Io invito qualche cittadino che riesce ad assistere a tali atti a prendere il numero di targa della macchina e a trasmetterla a chi di dovere.
    Forse solo così si riuscirà a contrastare questo indegno fenomeno, opera di gente “da quattro soldi”.

  2. Forse la gente no ha capito che conferendo la spazzatura negli appositi punti di raccolta pagano gli stessi soldi che pagano lasciandola sulla strada. Dimostrerebbero di essere persone civili se seguissero il normale iter di conferimento.

  3. Ma che c*** la polizia municipale dorme? Che ci vuole ad individuare il colpevole! In ogni rifiuto possiamo trovare nome, indirizzi, numeri, ecc.

  4. Hanno fatto bene a mettere quei cartelli contro chi abbandona rifiuti, oltretutto quei cittadini incivili commettono in crimine contro l’ umanita, quando vengono scoperti vanno denunciati penalmente con pene e sanzione seberè.

Comments are closed.