Ad una settimana dal secondo sbarco di migranti presso il porto di Salerno, la rete della Caritas di Teggiano-Policastro continua con i suoi operatori e volontari nel sostenere l’accoglienza dei richiedenti asilo provenienti dal continente africano e asiatico.

Ad oggi, sono oltre 400 i migranti presenti nelle strutture di accoglienza distribuite sul territorio del Vallo di Diano, del Cilento, del Golfo di Policastro, della Piana del Sele: Palinuro, Sicignano degli Alburni, Capaccio, Roscigno, Eboli, Padula, Montesano sulla Marcellana e Morigerati. Si tratta di migranti provenienti dalla Nigeria, dal Ghana, dal Senegal, dal Mali, dalla Guinea, dalla Costa d’Avorio, dal Gambia, dal Togo, dal Pakistan, dalla Siria, dall’Eritrea e dalla Somalia.

“L’ accoglienza – dichiara Don Vincenzo Federico, direttore della Caritas di Teggiano-Policastro – non è solo dare vitto e alloggio. Significa dare loro la possibilità di imparare la lingua italiana, fornire assistenza legale e sanitaria. Significa soprattutto accompagnarli dal punto di vista umano in questo particolare momento della loro vita”.

“Di fronte a questo esodo biblico – dichiara Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi di Teggiano-Policastro, presente sabato scorso sul molo di Salerno – che tocca intere famiglie, i bambini, gli innumerevoli giovani, conta una massiccia mobilitazione cheva ben al di la della commiserazione. Bisogna offrire accoglienza, cure mediche, affetto e solidarietà. Come Chiesa ci permettiamo di invitare a non eludere i grandi interrogatovi sulle politiche mondiali, sulla triste economia dell’esclusione che ha determinato pesanti squilibri nelle relazioni tra i popoli e ha compromesso la pace ed offuscato il senso comune della dignità di ogni persona. I frutti amari e le tristi conseguenze sulla sorte di intere nazioni toccano anche noi e non possiamo esimerci dal sentirci interpellati. Impariamo a guardare negli occhi quelli che sbarcano sullanostra terra – ha concluso – Non sono solo numeri.”

– redazione –


 

  • Articoli correlati

22/07/2014 – Sicignano degli Alburni: 136 immigrati ospiti del centro di accoglienza, previsti altri arrivi. Le storie di uomini e di guerra

20/07/2014 – Salerno: Sbarcati oltre 2000 migranti, trasferiti a Sicignano sospetti malati di scabbia. Arrestati 3 scafisti


 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*