“E’ emergenza sicurezza nel carcere di Salerno. Il ministro Bonafede non faccia finta di nulla, pieno supporto al Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria”.

Lo dichiara il Questore della Camera e deputato salernitano di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli alla luce del rinvenimento di ben dieci telefonini funzionanti nella casa circondariale di Fuorni e dell’aggressione subìta da un agente della Polizia Penitenziaria, contro il quale, un detenuto ha sputato sangue.

Occorrono provvedimenti urgenti da parte del ministro della Giustizia – spiega Cirielli – che, nei giorni scorsi, ho sollecitato anche attraverso un’apposita interrogazione parlamentare. Bisogna rafforzare subito le misure di sicurezza e dotare i poliziotti penitenziari di strumenti moderni e tecnologici per impedire l’entrata illegale di cellulari, droga o altro materiale all’interno delle carceri”.

“E’ sotto gli occhi di tutti – conclude Cirielli – il fallimento delle leggi in materia, a partire dall’istituzione della vigilanza dinamica che andrebbe subito cancellata”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*