Nell’anno della ricorrenza del bicentenario della nascita di Florence Nightingale, innovatrice e fondatrice dell’infermieristica moderna, il mondo e l’Italia si sono trovati a combattere una nuova sfida sanitaria. Questa durissima prova ha coinvolto anche il nostro territorio e tutti gli operatori della nostra ASL si sono trovati ad affrontare una spaventosa epidemia, di cui all’inizio si sapeva ben poco“.

Ad affermarlo la FIALS Provinciale di Salerno che ha voluto ringraziare tutto il comparto sanitario per il lavoro svolto, e che ancora viene svlto, durante questo periodo di emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus.

L’impegno speso per vincere questa sfida ha avuto il volto di tanti operatori sanitari, che si sono alternati al fine di garantire l’assistenza dei pazienti colpiti da questa drammatica infezione – si legge in una nota stampa della FIALS -. Nei luoghi di assistenza ai pazienti infetti gli operatori sanitari si sono trovati a creare un gruppo che, in prima linea, ha affrontato la sofferenza dei pazienti colpiti dall’epidemia, ma sempre vivendo quel momento nel senso del dovere verso il proprio lavoro. Quei gruppi non si sono fermati né davanti alla paura di contagio, né davanti la sofferenza fisica, vissuta nel mantenere la vestizione di protezione. Tante volte se non era il dolore fisico da sopportare, per l’utilizzo dei DPI, era una lente appannata, o magari entrambe“.

Grazie a tutti, uno per uno, per il lavoro svolto – affermano dalla FIALS – e per lo spirito di abnegazione mostrato nel sostenere l’aspetto umano ed empatico, caratteri che nel fine del nostro lavoro non dovrebbero mai mancare“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*