Si sono svolti nella giornata di oggi a Sala Consilina gli screening di massa sulle persone maggiormente esposte al rischio contagio del Coronavirus per controllare l’andamento epidemiologico in vista della riapertura e dell’allentamento graduale delle misure del lockdown.

I tamponi sono stati effettuati in modalità drive-in, cioè restando in auto, nel piazzale del Palazzetto dello Sport “Giuseppe Zingaro”. Le auto dovevano entrare dall’ingresso Nord della struttura dove gli operatori, muniti di elenchi, misuravano la temperatura ai cittadini per poi arrivare alle due postazioni per gli screening e uscire dalla parte Sud.

Nel comune ex “Zona Rossa” per l’elevato numero di contagi sono stati effettuati circa 1200 tamponi, grazie al supporto dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e dei volontari ANTA, del Nucleo di Protezione Civile, della Croce Rossa Italiana gruppo di Sala Consilina, del gruppo Misericordia Vallo di Diano e degli agenti della Polizia Municipale.

Lo screening è stato fatto su medici di base, farmacisti e operatori sanitari, Forze dell’Ordine, associazioni di volontariato che hanno dato il loro contributo per aiutare la comunità in questo difficile momento, amministratori comunali, operatori ecologici, dipendenti pubblici, commercianti che hanno continuato a lavorare per assicurare la vendita di beni di prima necessità e su tutte le persone che hanno continuato ad esercitare la propria professione.

– Annamaria Lotierzo –

Un commento

  1. Lucia Vitulano says:

    Senza avvertire è stato difficile per i volontari 118 di Sala Consilina

Rispondi a Lucia Vitulano Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.