Sono settimane dure quelle legate all’emergenza Coronavirus.

Operatori sanitari, medici e infermieri sono in prima linea per combattere l’ormai noto nemico invisibile.

Tra questi, anche il personale del “Curto” di Polla che fa i conti con la drammatica crisi sanitaria legata all’emergenza Covid-19. Turni infiniti, carenza di personale e richieste che aumentano ogni giorno di più.

Nel frattempo, occorre sottolineare, al “Curto” è stata allestita un’area Covid-19 dedicata ai casi sospetti.

“Un’area – precisa il Direttore Sanitario Luigi Mandia – in quanto avviare l’idea di un reparto specifico comportava degli iter burocratici che in questo momento non possiamo permetterci”.

Sono parole, quelle riservate da Mandia al personale medico, caratterizzate da profonda stima: “Sono i veri eroi – sottolinea  – la nostra zona, inutile negarlo, è tra quelle maggiormente colpite. Tutti i medici e gli operatori stanno facendo turni infiniti giorno e notte con notevole stress. Tutto ciò, con grande dignità”.

Notevoli le difficoltà vissute dal nosocomio pollese che, come sottolinea Mandia, ha dovuto fare i conti con “la chiusura di quattro reparti per sospetto Coronavirus con un lavoro notevole per continuare a garantire servizi e rispettare tuttavia i protocolli del caso”.

Nell’area Covid-19 attualmente sono ricoverate sei persone in condizioni non gravi mentre altre due si trovano in Terapia Intensiva.

“Ci sono medici e infermieri – conclude Mandia – che si stanno sacrificando con grande spirito di abnegazione. A loro va il mio plauso”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*