Emanuele Scifo, il giovane infermiere di Battipaglia che combatte contro una rara malattia, potrà finalmente operarsi al Jackson Memorial Hospital di Miami.

Come si legge sul quotidiano La Città di Salerno, il Consolato americano a Napoli ha dato il via libera all’iter burocratico per consentire a Emanuele di ottenere il visto per andare negli USA.

Il ragazzo dovrà subire il trapianto di stomaco, duodeno, pancreas, milza, intestino tenue e crasso per poter così sopravvivere e sconfiggere la Cipo, un’ostruzione cronica intestinale che gli ha reso la vita difficile da ormai nove anni. Emanuele dovrà restare negli Stati Uniti per nove mesi, di cui tre di trattamenti pre operatori e sei mesi dopo l’intervento.

Le terapie mediche saranno a totale carico del paziente. Per questo motivo il via libero del Consolato è giunto dopo un colloquio in cui Scifo ha dovuto dimostrare di poter coprire totalmente la spesa per l’intervento e per le terapie. In totale verranno spesi oltre un milione e 200mila euro, di cui circa 830mila euro da pagare prima della partenza per gli States.

– redazione –

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*