“Non vendiamo sogni ma fatti concreti”. E’ stato questo il tema dominante dell’intervento di apertura della campagna elettorale della lista “Sala Viva” che vede come candidato alla carica di sindaco l’avvocato Francesco Cavallone, assessore comunale uscente con delega ai lavori pubblici.

Centinaia di persone hanno affollato piazza Umberto I per prendere parte alla presentazione della lista espressione dell’amministrazione uscente. Cavallone ha chiarito anche la vicenda relativa alla situazione finanziaria delle casse comunali che da alcuni dei candidati concorrenti è stata definita disastrosa. “Non è assolutamente veroha spiegato il candidato sindacoche l’amministrazione comunale ha debiti per sei milioni di Euro. Dal 2010 siamo stati sempre in regola con il patto di stabilità e abbiamo utilizzato lo strumento del “pagadebiti” per ottenere un prestito di 4 milioni di Euro da restituire in un lungo periodo per far fronte alle mancanze di altri enti che non hanno versato nelle nostre casse i soldi frutto di finanziamenti ottenuti dalla nostra struttura comunale”.

Cavallone ha puntato il dito contro quegli enti che non hanno onorato i loro impegni come ad esempio la Regione e prova ne è il fatto che con una delibera di giunta nei giorni scorsi sono state adite le vie legali nei confronti di Palazzo Santa Lucia per il mancato versamento nella casse comunali di circa 700mila Euro per il completamento dei lavori nell’area PIP Mezzaniello. “Grazie al “pagadebiti” abbiamo evitato che aziende che hanno realizzato in questi anni tantissime opere pubbliche nel nostro Comune – ha sottolineato Cavallone – potessero rischiare di fallire lasciando decine di lavoratori per strada. I soldi che dobbiamo avere dai vari Enti quando arriveranno saranno nuovamente rimessi in circolo”. Prima della presentazione dei 16 candidati per il consiglio comunale, più di un terzo (6) sono donne, il capolista ha parlato dei programmi per il futuro.

“Riorganizzare i servizi – ha concluso – puntando anche a gestioni intercomunali, sfruttare le potenzialità delle nuove tecnologie, portare a termine le tante opere pubbliche iniziate grazie alla capacità della macchina comunale di reperire finanziamenti e puntare l’attenzione su tutte le classi sociali e le varie categorie che danno vita all’economia della nostra città”.

– redazione –


  – Messaggio elettorale a pagamento – Committente Francesco Cavallone –


Commenti chiusi