Una registrazione fatta con il telefonino incastrerebbe l’allenatore della Salernitana Magna Grecia di Eboli, accusato di abusi sessuali su tre delle sue allieve. E’ stata proprio questa registrazione, in cui G.R. parla del rischio di aver messo incinta un’allieva quindicenne, a far decidere il giudice dell’udienza preliminare per il rinvio a giudizio, secondo quanto si legge sul quotidiano la Città di Salerno. Nella conversazione l’imputato parlerebbe delle modalità del rapporto sessuale, del timore della gravidanza e di un eventuale test da comprare in farmacia. Questi elementi saranno acquisiti al processo, che comincerà ad ottobre, su richiesta al Tribunale da parte del pm Giovanni Paternoster.

Ad accusare il 55enne ci sono anche altre telefonate ed sms, oltre alle confidenze sul rapporto sessuale fatte nel 2012 alle altre allieve dalla ex calciatrice. Come si legge sempre su la Città di Salerno, dopo queste confidenze due ragazze non indugiarono oltre, rivolgendosi ai carabinieri e denunciando palpeggiamenti e approcci del mister andati avanti dal 2012 al 2013. L’accusato, dal canto suo, sostiene che tutto nascerebbe da incomprensioni avvenute negli spogliatoi e dovute ad allontanamenti dalla squadra che, invece, la parte civile ritiene inesistenti.

– redazione –


 

  • Articolo correlato

13/05/2014 – Eboli: Accusato di abusi su tre allieve, nei guai allenatore di calcio


 

Commenti chiusi