Una donna di etnia Rom, offrendo dei servizi sessuali sulla litoranea di Eboli, riusciva a derubare i clienti senza consumare il rapporto.

Come riportato dal quotidiano “La Città di Salerno”, i clienti, che per la maggiore erano di età avanzata, dopo essere stati condotti dalla donna in un casolare nascosto nella pineta, si spogliavano e con l’aiuto di un complice della prostituta venivano ripuliti di tutti i loro averi.

Un anziano, in forma anonima, ha deciso di denunciare il fatto al Comando della Polizia Municipale guidato dal Tenente Colonnello Sigismondo Lettieri. L’uomo anche se ha fornito una descrizione dettagliata della donna non è riuscito a far capire dove si trovasse il casolare abbandonato.

I caschi bianchi, con la speranza di beccare la donna in flagrante, hanno intensificato i controlli lungo la fascia costiera ma per il momento la rom non è ancora stata trovata.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano