Encomio solenne per meriti speciali dell’Amministrazione comunale per agenti della Polizia Municipale di Eboli e del commissariato della Polizia di Stato di Battipaglia. Il riconoscimento, su proposta dell’ex comandante della Polizia Locale di Eboli, Marco Garibaldi, arriva per gli attenti tutori dell’ordine per un’azione di polizia giudiziaria in seguito alla quale Municipale di Eboli e Polizia di Stato di Battipaglia individuarono una piantagione di sostanze stupefacenti a ridosso della sponda del fiume Sele. L’operazione aveva stroncato sul nascere la produzione di droga, evidentemente destinata al mercato locale.

Abbiamo voluto assegnare questo riconoscimento per l’ottimo lavoro e per il valore simbolico che hanno per le comunità questi interventi – ha commentato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Si tratta anche di un intervento che sottolinea la sinergia operativa che esiste tra gli agenti della Polizia Locale e quelli del commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia, coordinato dalla dirigente Lorena Cicciotti, che ringrazio. La capacità di collaborare tra le diverse Forze dell’Ordine e la rete istituzionale, anche in questo campo, sono una garanzia di sicurezza e di legalità per i cittadini“.

Alla cerimonia di assegnazione degli encomi, oltre alla dirigente del commissariato Lorena Cicciotti, erano presenti l’assessore Anna Senatore e il delegato alla sicurezza Giuseppe La Brocca. Gli agenti della Polizia Municipale di Eboli premiati sono il Tenente Colonnello Sigismondo Lettieri, il Luogotenente Damiano Iula, il Luogotenente Gerardina Pisaturo e il Maresciallo Luciana Aragona. L’encomio solenne per meriti speciali, riservato alla Polizia di Stato di Battipaglia, è stato assegnato a Sovrintendente Capo Vincenzo Pipino, gli Assistenti Capo Cosimo Noschese e Giovanni Emanuele Ricca e l’Agente scelto Riccardo Buccella.

Da tempo abbiamo avviato collaborazione con le Forze dell’Ordine in operazioni con la nostra Polizia Locale – ricorda il delegato alla Sicurezza, Giuseppe La Brocca -. Questo ci garantisce controlli e più presenza di uomini e donne in divisa, un messaggio di fiducia per i cittadini“.

– Paola Federico –

Un commento

  1. Antonio Cantelmi says:

    Ora si premia anche chi scopre l’acqua calda. Dovrebbero stare al bar come qualcuno fa?

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*