Tragedie come quella che si è consumata a Roccapiemonte ci fanno aprire gli occhi. Occorre un impegno ancora maggiore sui Piani di Zona e i servizi alle famiglie in difficoltà”.

Ad affermarlo è Mario Polichetti, ginecologo dell’ospedale Ruggi di Salerno e sindacalista Fials, che interviene sul caso della neonata ritrovata senza vita in una siepe in un condominio di Roccapiemonte.

“Di fronte a tragedie di questo tipo si rimane senza parole – dichiara – ma allo stesso tempo come medico mi sento di lanciare un appello alle istituzioni affinché si mettano al centro le esigenze delle famiglie bisognose. Da questo punto di vista la priorità è un potenziamento dei Piani di Zona. Le risorse ci sono ma spesso vengono sprecate in consulenze e altre spese non di prima necessità. Mi riferisco in questo caso all’ambito S1, che comprende la stessa Roccapiemonte, Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Castel San Giorgio”.

“Chiedo ai sindaci – conclude – di sedersi intorno a un tavolo per migliorare l’efficacia di uno strumento che può essere fondamentale per l’assistenza sul territorio e il monitoraggio delle situazioni più delicate”.

– Claudia Monaco –

 

 

Un commento

  1. Riformarle totalmente
    Tutti a casa e ripartire da 0 senza raccomandazioni politiche i

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*