Dopo la tournée siciliana iniziata il 27 luglio dal prestigioso palcoscenico della Valle dei Templi di Agrigento, proseguito nel teatro antico di Eraclea Minoa, nell’area archeologica Lilibeo di Marsala e concluso il 1° agosto sul suggestivo altopiano dell’Argimusco, in provincia di Messina, Dionysos torna in Cilento.

La rappresentazione è stata ovunque apprezzata e applaudita da un pubblico di spettatori, critici e operatori dell’arte che hanno riconosciuto il pregevole valore artistico e culturale dell’opera. “Torniamo dal tour siculo col cuore colmo di gioia” afferma Giancarlo Guercio che vede riconosciuti gli sforzi di due anni di lavoro con una compagnia affiatata e operosa.

Abbiamo vinto una sfida molto complessa – dichiara Ornella Bonomo, presidente di Skenai -, ovunque gli spettatori hanno tributato gli attori con sentiti applausi e numerose sono state le critiche favorevoli di critici e operatori dell’arte, come Antonio Presti, direttore di Fiumara d’arte, presente alla data dell’Argimusco, che ha pubblicamente riservato parole di apprezzamento per il lavoro di ricerca seguito da Skenai a suo dire capaci, col Dionysos, di ‘creare comunità di bellezza e di svelare l’invisibile’”.

Dionysos tornerà in scena il 16 agosto presso il suggestivo Pianoro di Ciolandrea a San Giovanni a Piro, il 20 agosto nell’Anfiteatro Gilardi a Torre Orsaia, il 21 agosto al teatro Scarpetta di Sala Consilina e il 23 agosto presso il teatro kamaraton di Camerota.

Skenai Impresa Sociale non si ferma al proprio spettacolo ma apre le porte del Villaggio Arcaico ad artisti esterni.

Vivere per raccontarla è il messaggio lanciato a quanti si trovano in vacanza o risiedono nel nostro territorio: una proposta culturale che spazia dal reading al teatro, alla musica di tradizione e di ricerca. Un titolo, dunque, che ingloba la partecipazione, che ha senso solo con la presenza dell’altro.

Iniziata la manifestazione col Reading sulla drammaturgia napoletana del primo Novecento, gli attori di Skenai hanno letto ed interpretato Annibale Ruccello, Enzo Moscato, De Simone: “Un primo esperimento che ci ha divertito molto – dichiarano gli attori di Skenai – lo riproporremo sicuramente come format invernale”.

La musica ha trovato spazio nel Teatro di Dioniso con un palcoscenico a tre livelli che ha consentito ad Angelo Loia, Antonio Volpe, Pietro Ciuccio, Francesco Citera di librare il folklore cilentano battendo le percussioni e vibrando le corde vocali con “Canti e cunti rà cuntà”.

Sabato 14 agosto si cambia genere con due professionisti del groove Leon Pantarei e Rossella Cosentino. Pantatherapy è un’occasione per vivere il Live Set di due grandi performers, di aprirsi al movimento, al sogno, all’illusione. Dalla musica classica al jazz, il viaggio musicale prosegue mercoledì 18 agosto con Luigi Gargano al pianoforte e al sax, accompagnato dalla voce graffiante di Vijaya.

Il villaggio arcaico per la prima volta ospiterà uno spettacolo esterno: il 19 agosto, alle 21.30, Anna Rita Vitolo interpreterà “Il fiore che ti mando l’ho baciato io”, la messinscena tratta dal carteggio 1913/1915 tra Stamura Segarioli e Francesco Fusco.

Siamo orgogliosi di ospitare nel nostro teatro un’attrice salernitana del calibro di Anna Rita Vitolo – dichiara il direttore Guercio – Non molto tempo fa l’abbiamo vista sul grande schermo interpretare Immacolata, la madre casalinga di Elena nella serie di grande successo “L’amica geniale”. Siamo felici di averla a breve tra noi”.

Tutte le info e gli aggiornamenti sulla pagina Facebook Skenai Impresa Sociale o al numero 347.8923990.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.